The Handmaid’s Tale Stagione 2 Episodio 11 Recap – Handmaids Tale “Holly” Review

Non appena è chiaro, June è da solo nel bel mezzo del nulla, dopo il brusco sequestro di Nick da parte dei Guardiani alla fine dell’episodio della scorsa settimana, è ovvio dove è diretto questo scenario: sta per iniziare il travaglio. E mentre questo è esattamente ciò che accade in “Holly” questa settimana, il modo in cui si gioca è inaspettato e cinematografico: un episodio di bottiglia potente in cui Elisabeth Moss è quasi completamente da sola. Il suo unico dialogo è la voce fuori campo o le maledizioni sussurrate. Il suo sollievo dalla sua situazione sempre più infernale sono i flashback. Il suo unico co-protagonista è un lupo. Ed è assolutamente avvincente da guardare.

1) A chi scrive June nella sua narrazione?

“Mi dispiace che ci sia così tanto dolore in questa storia”, dice June nella prima voce fuori campo, segnando una partenza sorprendente dalla forma: sebbene la sua narrazione sia sempre stata uno spettacolo per il pubblico, non è mai stata direttamente indirizzata a nessuno prima. Non è ancora chiaro a chi sta parlando (o scrivendo?) Alla fine dell’episodio, ma ho una teoria. “Continuo con questa storia zoppicante e mutilata perché voglio che tu la senta, come sentirò la tua se ne avrò la possibilità,” dice nei momenti conclusivi. “Se ti incontrerò, o se fuggirai, in futuro o in paradiso. Dicendoti qualcosa, credo in te. Ti credo di essere. “Quindi sta parlando con qualcuno che è attualmente in trappola, che ha bisogno di fuggire e che non ha ancora incontrato. Penso che stia parlando con una persona ipotetica che vive in un futuro dopo Gilead. Ciò che lei è disposta ad essere è un sopravvissuto, una persona che sarà libera in futuro e che sarà in grado di ascoltare la storia di June.

Immagine

Hulu

Ciò si ricollega all’epilogo del libro, in cui l’autrice Margaret Atwood rivela che la storia è in realtà una raccolta di nastri realizzati da Offred che dettaglia il suo tempo nella famiglia Waterford. Gli studiosi trascrivevano i nastri e ne studiavano i contenuti, e nell’epilogo, un professore di sesso maschile tiene un discorso su di loro in una conferenza universitaria di diversi decenni nel futuro. Non riesco a vedere la serie che ricrea quello scenario esatto, ma questo sembra l’inizio di una versione di esso.

2) Oprah fa un cameo glorioso giusto in tempo per dare speranza a giugno.

Se pensavi di aver riconosciuto la voce dell’altoparlante sulla stazione radio resistente, avevi ragione. Dopo giugno trova le chiavi nel garage della casa in cui è stata abbandonata, sale in macchina e, eccitato, inizia. La sensazione di essere solo al volante è un potente ritorno al passato, e le cose si fanno ancora migliori quando June sintonizza l’autoradio su una stazione di lavoro. L’ospite fornisce una piccola esposizione su quello che sta succedendo nel resto del mondo dopo la pubblicazione da parte di Luke delle lettere delle Ancelle (per esempio, il Regno Unito ha imposto più sanzioni a Gilead e sta prendendo più rifugiati). “Siamo ancora qui”, dice l’host WHO IS OPRAH, offrendo un grido di battaglia alla resistenza prima di interpretare un piccolo Bruce Springsteen. Sto solo andando avanti e credo che l’attuale Oprah Winfrey gestisca effettivamente una stazione radio a resistenza in questo universo, perché lei vorrebbe.

3) June si avvicina alle riprese di Waterford.

Così vicino! Ma la consegna di Yvonne Strahovski di “Sei così cazzo idiota “a Fred è un premio degno di consolazione. Quando i Waterford arrivano a casa per cercare June, si nasconde in soffitta, dove trova un fucile. In definitiva, diventa un pubblico silenzioso per una scena che si svolge come una breve, brutale commedia a due bracci su un matrimonio tossico. Questa è l’unica scena in tempo reale nell’episodio con personaggi diversi da giugno, ed è un doozy.

Serena è giustamente furiosa con Fred per aver mandato un giugno gravido in un altro distretto come parte del suo ego malato (vuole solo che June gli sia grato di nuovo). È arrabbiata non solo perché a giugno e al suo bambino mancano entrambi, ma perché lei e Fred potrebbero essere in serio pericolo. Una Handmaid che fugge una volta può essere sfortunata, ma due volte? “Diranno che facciamo parte della resistenza. Ci appenderanno al muro! “Un altro accenno al fatto che i poteri di Waterford sono più limitati di quanto pensassimo – e Serena lo sa.

Immagine

Hulu

Anche Fred è di nuovo, un fottuto idiota. È convinto che Nick non sarebbe mai sleale, e June ora gli è così infinitamente grato per averle fatto visita a Hannah che non sarebbe mai scappata da lui, anche se – come sottolinea Serena –l’ha appena violentata. La loro argomentazione degenera fino al punto in cui Fred spinge Serena contro il muro e quasi la soffoca, e questo è quando June gli punta la pistola contro. Per me non è chiaro se lei stia puntando solo su Fred o sia pronta a prenderli entrambi, ma dopo il modo in cui Serena l’ha trattenuta durante lo stupro, sembra plausibile che June voglia punire entrambi i Waterford. Eppure, non appena Fred si allontana da Serena, June fa cadere la pistola. Sembra profondamente scossa dal rendersi conto che ha anche pensato di premere il grilletto. Lei non è ancora lì.

4) L’amica di Moira, Bridget, ha bisogno di uno spinoff.

Le apparizioni di Moira qui erano brevi, ma erano eccezionali. Trolling Luke per il suo terribile gusto nella musica? A +. Ma questa linea? “La mia amica Bridget ha dato alla luce nei boschi, in un ruscello. Lei lo ha citato e tutto. “A++++.

5) È la mamma del lupo di June?

Va bene, vieni con me su questo. In tre diverse occasioni in questo episodio, June esce e si trova faccia a faccia con lo stesso lupo, che inizialmente ringhia contro di lei, ma che in nessun momento la attacca, e alla fine sembra davvero vegliare su di lei. Forse è solo lo strano stato di trance in cui questo episodio mi ha coinvolto, ma ho visto un parallelo tra la tensione di giugno dinamica con l’uomo e la sua relazione profondamente ambivalente con sua madre, Holly, che chiaramente la ama molto ma non è sempre brava a mostrare esso.

Durante lo straziante flashback di June che fa cadere Hannah all’asilo nido – e faticando davvero a lasciare indietro la figlia in lacrime – l’insegnante commenta in modo inequivocabile che June deve aver attraversato questo processo con sua madre. “Sì … non proprio!” Risponde allegramente June. Holly non sembra il tipo sentimentale. Quando June è incinta di Hannah, Holly promette che ce la farà in tempo per la nascita, ma June lo sa meglio; il lavoro di sua madre è sempre arrivato prima, anche se Holly compare subito dopo la nascita di Hannah. Ancora una volta, come abbiamo visto all’inizio della stagione, c’è un sacco di amore – e molta tensione – in questa relazione madre-figlia.

Durante quei flashback alla gravidanza di June con Hannah, è Holly che dice a June la cosa che finirà per essere un’ancora di salvezza per i suoi anni dopo. Holly sta cercando di persuadere June a partorire in una specie di struttura olistica tipo spa gestita da un suo amico. June, chiaramente nervosa, insiste che vuole un ospedale con medici e infermieri e un sacco di droghe, e sua madre risponde: “Sei più forte di quanto pensi.” Quando June scivola e cade nel tentativo di aprire la porta del garage, lei va in travaglio e inizia a sanguinare copiosamente. Quindi, dimostra la sua mamma giusta.

6) June è un dannato guerriero.

Non so se è perché questo spettacolo mi ha condizionato ad aspettarmi il peggio, ma ero sicuro che il bambino sarebbe nato morto. Data la mole di sangue, e il fatto che fosse già quasi abortita, e il fatto che fosse sola senza cure mediche, e il fatto che il dottore dicesse quanto è grande il bambino e quanto piccolo giugno sia, le probabilità sembravano impossibili. Ma a quanto pare, questo bambino è resiliente AF!

Giugno partorisce da solo, accanto a un fuoco ruggente, ed è una delle scene più potenti Il racconto dell’ancella ha mai fatto. Nel frattempo, sta tornando alla nascita di Hannah, circondata da medici, Moira e un devoto Luke. A quei tempi, era terrorizzata, ammettendo “Non so se posso farlo”. Questa volta non ha alternative. Non ha tempo di avere paura. E in quei momenti, diventa chiaro quanto sia diventata dura la risoluzione di June, forgiata tra i fuochi di Gilead.

Immagine

Hulu

È interessante notare che, tuttavia, anche Gilead svolge un ruolo importante nel farla attraversare. Quando il dolore diventa quasi insopportabile, June ricorda la sua formazione al Centro Rosso, dove tutte le Ancelle e zia Lydia hanno intonato: “Spingere, spingere, spingere. Respira, respira, respira” e Janine partorisce nella Stagione 1. Giugno partorisce a una figlia, che lei chiama per sua madre. Mentre riposa con il bambino, le luci lampeggiano fuori: sono state catturate. Suo padre lavora per il regime, sua madre è trincerata con la forza, e fino a quando June rimane determinata a tirarla fuori, Holly è una figlia di Galaad.

Loading...