In conversazione con Benicio del Toro

Quando arriviamo a Knightsbridge per incontrare Benicio del Toro, è ancora legato a un appuntamento precedente. Sorseggiamo il caffè pazientemente finché il suo assistente non ci troverà. È pronto ora, ?? dice nervosamente. ?? Ma ti dispiace se fuma ???

Quando immaginiamo l’attore vincitore del premio Oscar Del Toro, lui attinge sempre profondamente alle sigarette. “Niente affatto”, rispondiamo, forse con un po ‘troppo entusiasmo.

Di persona, Del Toro è più alto del previsto, ma altrettanto bello e ha degli occhi nocciola avvincenti. Indossa un grande anello messicano sul suo dito a forma di testa di leone ruggente, che attira l’attenzione quando gesticola, e questo è spesso. E parla lentamente, molto lentamente, con un’autorità indiscutibile che immaginiamo abbia una carriera così acclamata dalla critica; del Toro ha lavorato con tutti, in tutti i generi, incluso Julian Schnabel (il suo regista per Basquiat) e Johnny Depp (il suo co-protagonista in Paura e avversione).

Oggi, il regista Oliver Stone (Plotone, Wall Street, Nixon) è all’ordine del giorno. Del Toro recita nel suo nuovo film Savages, sullo scontro tra un gruppo di coltivatori di cannabis californiani (Blake Lively, Aaron Johnson e Taylor Kitsch) e un violento cartello della droga messicano (Salma Hayek e del Toro)…

Bazar: Congratulazioni per il film. Com’è stato lavorare con Oliver Stone?

Del Toro: Per qualsiasi attore avere Oliver Stone chiamarlo? È un complimento. Si aspetta che tu sia sulla punta dei piedi. Se non lo fai, ti colpisce fino a quando non reagisci. Lui è molto provocatorio, creativamente. È iniziato come un sacco di duro lavoro, ma è finito molto divertente.

LEGGI L’AUTUNNO / INVERNO HOTLIST DI BAZAR: IL ROUND-UP DEVE ESSERE PER LA NUOVA STAGIONE IN AVANTI

Bazar: In che modo è provocatorio?

Del Toro: Non sarà mai contento della prima ripresa. Lui vuole di più. Quando stai consegnando le tue linee, ti fermerà e ti dirà una sorta di indovinello sul personaggio e dovrai andare via e scoprirlo. Se speri che lui ti dia tutte le risposte, ti ritrovi per una lunga giornata.

Bazar: E come entri nella psiche del personaggio? Hai giocato un sacco di cattivi ragazzi…

Del Toro: Non lo trovo facile. La chiave è far sembrare facile, ma è difficile. Comincio con la ricerca quindi ho una comprensione di dove il personaggio poteva partire. Dopodiché, puoi aggiungere i dettagli più fini. Se fai i tuoi compiti, allora sul set c’è questa libertà creativa, che devi permettere che accada. Per esempio, io e Oliver abbiamo discusso se portare una tazza di caffè in una delle scene. In definitiva, è una scena migliore per questo, ma, se non fossi stato preparato, avrei trovato piccole cose del genere che distraevano.

Bazar: E che dire del lavoro di fronte a Salma Hayek?

Del Toro: Lei è come un attore forte Lei è la tua pari; lei è la tua partita. Lei è anche lei estremamente divertente. Puoi vederlo nel film, ma lei è ancora più divertente nella vita reale. Come donna, come donna latina, quello che ha fatto nel mondo del cinema è molto difficile da raggiungere. Lei sta da sola nel farlo.

Bazar: Perché è così difficile?

Del Toro: È difficile essere una donna a Hollywood, per non parlare di una donna latina. Così dentro Savages, dove interpreta un capo di questa impresa, può relazionarsi a quella parte. Lo capisce perché ha fatto passi simili, e ha fatto passi falsi, per arrivare in cima, per essere al comando e prendere la sua carriera.

Bazar: Come la descriveresti in cinque parole?

Del Toro: Spirito, malvagità, con i tacchi alti!

Bazar: Chi ti senti privilegiato per conoscere la tua carriera?

Del Toro: L’equipaggio di I soliti sospetti… Ho incontrato il produttore James Bond Albert Broccoli quando sono andato nel suo ufficio per ottenere quella parte Una licenza per uccidere ?? lui era una leggenda. Ho partecipato con lo scrittore Hunter S. Thompson prima delle riprese Paura e delirio a Las Vegas… Quando guardo indietro, mi motiva a tenere un diario. È stato un giro infernale.

VEDERE LE TUE STELLE PREFERITE IN DIRETTA SUL PALCO: QUALI BIGLIETTI PER PRENOTARE

Savages è nei cinema questo venerdì 21 settembre.

Loading...