Garance Dore e The Sartorialist Interview – Garance Dore e Scott Schuman

Immagine

Getty Images

La scorsa notte, Scott Schuman di The Sartorialist ha intervistato la sua collega blogger e fidanzata, Garance Doré, all’annuale Fashion Series del French Institute. La conversazione è stata incantevole e vivace, una rivisitazione informale del calcio di base di Garance e l’evoluzione del suo lavoro nel mondo dell’arte e della moda. Garance era vestito in modo disinvolto ma elegante, con gauchos sportivi, una giacca di jeans, una sciarpa grigia e tacchi vertiginosi – un regalo di Schuman. Di seguito sono i punti salienti:

• Nella vita prima del blog: “Sono cresciuto in un villaggio con 10 case, questo è il mio background”.

• Il suo primo lavoro insolito: “Il mio vero primo lavoro è stato quello di vendere croissant su una barca con una mia ragazza, era bionda e avevamo avventure”.

• Crescendo con sua sorella: “Quando aveva 13 anni, è diventata la ragazza più bella di sempre: stavo ingrassando e avevo l’acne, adesso siamo migliori amici, ma è stato un momento difficile”.

• Anche sua mamma adorava la moda: “Ha sempre vestito Mugler ed è stata una creatura fantastica, quando ci siamo trasferiti una volta ho capito che era veramente pazza, tutto era bianco, voleva che tutto fosse fantastico!”

• Nel trovare la giusta carriera: “Ho fatto un test del computer su quale sarebbe stato il mio lavoro, ero molto fiducioso, ma ho avuto l’aiuto di un tassidermista”.

• Un paio di stivali costosi l’hanno aiutata a ottenere il suo primo tirocinio importante: “Ho ricevuto una chiamata e mi ha risposto ‘Mi piacciono molto i tuoi stivali, vuoi venire a lavorare con me?'”

• Ha lasciato tutto per diventare un illustratore: “Un giorno ho incontrato un illustratore e ho deciso che potevo fare quel lavoro, avevo un lavoro tre giorni alla settimana e tutti gli altri giorni erano dedicati alla formazione”.

• Sugli inizi del blog: “Pensavo che se avessi postato un’illustrazione ogni giorno su un blog sarebbe stato un buon allenamento e avrei anche ricevuto commenti dalle persone”.

• Sul messaggio del suo blog: “Io non ne ho uno, penso che sto solo cercando di mostrare come vedo la vita”.

• Scott, su quello che serve per essere un grande blogger come Garance: “Devi essere disposto ad essere veramente onesto”, ha detto.

• Nei numeri dei blog: “Penso che dobbiamo stare attenti a giudicare le cose in base ai numeri: è più importante coltivare il tuo giardino”.

• Sulla gelosia: “Non penso che sia una brutta cosa, ogni sentimento è interessante da esplorare”.

• Imparando l’inglese: “Sto traducendo le battute francesi in inglese! Non credo che nessuno lo capisca.”

• L’evoluzione del suo stile personale: “A Marsiglia, ero la ragazza meglio vestita in giro, poi mi sono trasferita a Parigi, è stato un disastro”.

• Moda dai numeri: “Ho un armadio di maglia grigia, ho 15 paia di jeans bianchi, sono ossessivo, mi piace sentirmi ben vestito”.

• Sul materialismo: “Per quanto amiamo entrambi la moda, non siamo persone materialiste”, ha detto Scott. “In realtà, io sono!”, Ha commentato Garance.

• Nel trovarti: “Non ho mai provato a trovare una nicchia, odio quella parola, in francese significa casa di cane”.

• Il suo miglior consiglio: “Si tratta di trovare chi sei, si tratta di cercarlo tutto il tempo e condividerlo con le persone”.

Loading...